अबिधानमाला

abidhānamālā


abidhānamālā-, sf. “collana di parole” dizionario

IAST devanāgarī traduzione riferimento
tana- तन sn. discendente, prole, posterità;
sf. ā, discendente, prole, posterità
1
tanū- तनू sf. corpo, persona, sé (spesso usato come proprio riferimento - ātman); forma o manifestazione rud1-3; app
tanūnapāt- तनूनपात् sm. figlio di se stesso, generato da sé (nel lampo o per attrito delle araṇi); N. del sacro fuoco app
tapas तपस् sn. √tap, calore, calore ascetico, austerità, calore o fuoco della volontà che si sviluppa con l’ascesi; penitenza, ascesi; ardente aspirazione: uno dei cinque niyam del rājayoga di Patañjali (PAR) app
tapojā तपोजा agg. generato dal calore; divenuto (dio o santo) grayie alle austerità religiose app
tama- तम suff. impiegato per formare il superlativo di agg. e ra. di sostantivi –> śiva 1; 2
tamas- तमस् sn., oscurità, il buio, le tenebre; anche oscuramento del sole o della luna durante un eclisse; oscurità mentale, ignoranza, illusione īśo-3
tij- तिज् vb. cl. 1 Ā., essere o divenire acuto; des. desiderare di diventare affilato o fermo, saldo; sopportare con fermezza, soffrire con coraggio o pazienza, resistere bg 2-14
tu- तु ptc. ma, tuttavia bg 2-14
īśo-6
tṛtsu तृत्सु N. di una razza app
toda- तोद sm. conducente, guidatore (di cavalli etc.); “istigarore, incitatore”, sole app
tyakta- त्यक्त agg. lasciato, abbandonato īśo-1
tyaj- त्यज् v. cl. 1 P., lasciare, abbandonare, partire da, uscire da, partire da un luogo, andarsene da īśo-1
-tra -त्र agg. ifc. che protegge rud1-4
trita- त्रित sm. terzo; N. di una divinità vedica (associata ai marut, vāyu e indra; è chiamato āptya, divinità dell’acqua, e si ritiene che risieda nelle più remote regioni del mondo) app; app
tripastya त्रिपस्त्य agg. che ha tre dimore (agni) app
triṣadhastha त्रिषधस्थ agg. che ha un triplice sedile o seggio (agni) app
tvaṣtṛ- त्वष्तृ sm. carpentiere, falegname, costruttore di carri; creatore degli esseri viventi, divino costruttore, dio