agni sūktam 6



यदं॒ग दा॒शुषे॒ त्वमग्ने॑ भ॒द्रं क॑रि॒ष्यसि॑ ।
तवेत्तत्स॒त्यमं॑गिरः ॥

yadaṅga dāśuṣe tvamagne bhadram kariṣyasi |
avettatsatyamaṅgiraḥ||6||


Traduzione parola per parola (devadatta)
La tua (tava) verità (satyam) (è) davvero (it), O agni (agne), certamente (aṅga) ciò che di propizio (bhadram) tu (tvam) vorrai fare (kariṣyasi) a chi ti onora (dāśuṣe), O aṅgiras.


yat, pron. rel. acc. sg. n. di yad-, quale, quale
aṅga, ptc. particella che implica attenzione, assenso o desiderio, talvolta impazienza; può essere resa da “bene, certamente, per favore, suvvia”
dāśuṣe, agg. dat. sg. di dāśvas-, che onora o che serve gli dèi
tvam, pron. pers. nom. sg. di tvam, tu
agne, sost. m. voc. sg. di agni, “O agni”
bhadram, sost. n. nom. sg. di bhadra-, fortunato, di buon augurio, benedetto, prospero, felice
kariṣyasi, v. cl. 8, 2ª p. sg. fut. per. di √kṛ-, fare, compiere, realizzare, “vorrai compiere”
tava, pron. pers. gen. sg. di tvam- “di te”
it, forma vedica per la particella id, avv. vedico,proprio, solo, davvero, sicuramente
tat, pron. dim. acc. sg. di tad-, questo
satyam, sost. nom. sg. n. di satya-, vero, verità
aṅgiraḥ, voc. sg. epiteto di agni