ṛgveda X, 166



5 versi, metro anuṣṭubh, ad eccezione del 5º, mahāpaṅkti



अत्रै॒व वोऽपि॑ नह्याम्यु॒भे आर्त्नी॑ इव॒ ज्यया॑ ।
वाच॑स्पते॒ नि षे॑धे॒मान्यथा॒ मदध॑रं॒ वदा॑न् ॥

átraivá vó’pi nahyāmyubhé ā́rtnī iva jyáyā |
vā́caspate ní ṣedhemā́nyáthā mádádharam vádān ||3||

atra ǀ eva ǀ vaḥ ǀ api ǀ nahyāmi ǀ ubhe iti ǀ ārtnī ǀ iva ǀ jyayā ǀ
vācaḥ ǀ pate ǀ ni ǀ sedha ǀ imān ǀ yathā ǀ mat ǀ adharam ǀ vadān ǁ


Traduzione di Valentino Papesso
Qui (atra) io vi (vaḥ) lego forte (nahyāmi), come (iva) le due (ubhe) estremità dell’arco (ārtnī) con la corda (jyayā).
O Signore della parola (vācaspate), abbassa (ni sedha) costoro (imān), affinché (yathā) parlino (vadān) sommessamente (adharam) in mio confronto (mat) .

Traduzione di Jamison-Brereton
Right here I bind you, like the two ends of a bow with a bowstring.
O Lord of Speech, drive these down, so that they will speak lower than me.


atra = , avv. 1. in questo modo, così; 2. in questo luogo, qui; 3. in questo momento, allora.
eva = avv. 1. così, proprio così, esattamente così (RV; AV); 2. certamente, sicuro, veramente, realmente (spesso ad inizio di verso unito ad altre particelle, come id, hi), (RV);
vaḥ = pron. acc. pl. forma atona di tvam, voi
api = avv. 1. e, anche, inoltre; 2. certamente, sicuramente;
nahyāmi = vb. cl. 4, 1ª p. sg. pres. ind. di √nah-. 1. legare, allacciare, attaccare, assicurare, fissare, legare intorno o insieme; ;
ubhe iti = agg. acc. du. di ubha-, entrambi (RV; AV; ÉBr).;
* ārtnī* = sf. estremità di un arco, luogo in cui la corda è legata (RV; VS; SBr)
iva = avv. 1. così, allo stesso modo; 2. come se fosse, come se;
jyayā = sf. str. sg. di jyā-, corda dell’arco (RV; AV; VS)

vācaspate = N. voc. sg. m. di vācaspati- N. di un essere divino (che presiede alla vita umana che dura fino a quando vi è voce nel corpo), (detto di Soma, Viśvakarman, Prajāpati, Brahmā etc., ma spec. di Bhṛhaspati, che è signore dell’eloquenza, precettore degli Dei, reggente del pianeta Giove). (RV. AV),
ni = avv. giù, sotto, a terra, indietro, entro, in, all’interno.
sedha = vb.cl. 1, 2ª p. sg. imp. di √sidh-, 2. respingere, far fuggire, ricacciare, reprimere, contenere, frenare, impedire, ostacolare (RV); 2. punire, castigare;
imān = pron. acc. pl. m. di idam-, questi
yathā = avv. nel quale modo, a seconda che, come(RV)
mat = pron. abl. sg. di aham-, io, mio
adharam = agg. acc. sg. n., 1. più basso, inferiore, che tende al basso; 2. basso, vile; 3. peggiorato, ridotto al silenzio;
vadān = vb. cl. 1, 1ª p. sg. imp. di √vad-, parlare, dire, esprimere, riferire, parlare con

< >